14 gennaio 2010

piani da rifare

ebbene si, la prima settimana di allenamenti è già saltata per via della neve e del ghiaccio e di una stupidissima influenza. bisogna ritarare tutto. ma trovo OVVIAMENTE difficile riprogrammare gli allenamenti dato che ancora non so quale maratona fare. il problema più grande è che la mia vita ha una certa forma fino a fine marzo, dopo di che c'è un gran punto di domanda che mi aspetta e che riguarda la mia 'location'. dove sarò? finchè non ho un'idea dei miei spostamenti non posso decidere e finché non decido non so saprò come ritarare il programma. Idealmente vorrei fare una maratona agli inizi di maggio, perché ce ne sono varie e in varie parti di europa il che mi da maggiore possibilità scelta. ma ormai, avendo perso la prima settimana di un ciclo di 16, sono in ritardo. a fine maggio c'è solo edimburgo, che mi darebbe abbastanza tempo per prepararmi, ma a quel punto della mia vita dubito che avrò le risorse economiche per andarci.


se ci avete capito qualcosa e avete consigli non esitate. forse dovrei rimandare l'idea di una maratona a quando sono un po' più 'stabile' (in tutti i sensi)?

10 commenti:

Michele ha detto...

a mio modesto parere: tu fai il prog. da 16 sett. Poi se appena prima trovi una maratona per te ecco che anche in anticipo di 1\2 sett. sei pronta.
Ciao

Fatdaddy ha detto...

Manterrei fede ad un programma che ipoteticamente si traghetta sulle 16 settimane; dovesse saltare all'ultimo momento per cambi programmmi, avresti comunque un'ottima base da mantenere per un posticipo (breve) di data.

bibe ha detto...

Prova così: spalma il programma su 20 settimane, inserendo una settimana di scarico ogni 4; così facendo, hai la possibilità di scegliere "in corsa" tra le maratone lungo un periodo di quattro settimane, e man mano ti avvicini all'obiettivo riduci questo scarto.
Concordo con te che non avendo un obiettivo preciso è difficile correre con entusiasmo, ma tieni duro e vedrai!

GIAN CARLO ha detto...

Fai un programma di 48 settimane per la maratona di Pisa del 2010.
Cioè predi quello da 16 e ogni settimana di allenamento ne inserisci 2 sabbatiche ;D
Forse non arrivi alla gara super allenata, ma di sicuro con lo spirito giusto per il mega raduno !!

the yogi ha detto...

mah, una maratona è un investimento troppo importante per non deciderlo (fermamente) col dovuto anticipo.... io farei la mara di dublino e la mezza di pisa, così ci stai dentro alla grande! ;)

Anonimo ha detto...

Secondo me devi iniziare la tua preparazione anche per darti degli obiettivi, visto che al momento non puoi preventivare dove sarai tra 16 settimane e quale sarà la maratona che affronterai, penso che tu debba mettere mettere l'accento sul viaggio senza fossilizzarti sulla meta.
Male che vada hai macinato km ed avrai fatto un viaggio dentro di te e perchè nò, magari proprio questo viaggio saprà dirti dove sarai tra 16 settimane e che maratona farai.
In bocca al lupo.

Filippo ha detto...

inizia la tabella e seguila, in corsa d'opera costa poco aggiungere una settimana o più, per arrivare "al top" alla gara.

Mokina ha detto...

sono confusa. devo pensare a cosa fare. vale davvero la pena allenarsi per una maratona che forse non ci sarà? forse è meglio puntare a migliorarsi sulla velocità e fare 10km e mezze e poi a seconda di dove sarò in autunno farne una a ottobre? per pisa e dublino non so. stesso problema.

giovanni56 ha detto...

22 maggio
Jesolo
Nightmarathon

il loro sito non è aggiornato, nel sito AIMS è in quella data

Frate_tack ha detto...

Io se fossi in te comincerei a correre e poi si vedrà.
Le tabelle sono troppo vincolanti, allenati con la falsa riga di una tabella se non hai dead line e tirala avanti. Costruisciti una tabella che possa proseguire ad oltranza. Io faccio cosi quando nno ho target in vista. Prendo il mezzo di una tabella di preparazione per la maratona e la tiro avanti fino a che non vedo il punto d'arrivo e da li poi decido se partire da 0, ma con un buon allenamento cosi da avere una tabella limitata a 9/12 settimane oppure comincio un ciclo da 16. L'importante è correre sempre a sensazione non legarti troppo a una tabella se non hai ancora deciso cosa fare. Corri per il piacere di farlo con 1 o 2 allenamenti di qualità alla settimana e tanti lenti! Poi puoi venire a Praga con mè e Simo :-) il 5 di Maggio