4 novembre 2008

speranze


in questi giorni si parla molto dell'america, delle elezioni, di obama ecc. questa foto l'ho scattata a Boston, all'universita' di Harvard nel gennaio 2008, quando per la prima volta mi sono avventurata oltre oceano. sotto l'etichetta VACANZE USA potete leggere i miei resoconti.

io seguiro' le elezioni da vicino e staro' in piedi finche' riesco stanotte a seguire gli spogli. questo interesse non deriva solo dalla mia passione politica ma anche dalle mie speranze personali per il futuro, cosa a cui avevo accennato in un post di qualche mese fa (clicca qui, e vai alla fine).

tra le tante possibilita' che mi si presentano per il prossimo anno accademico, una e' aprire i miei orizzonti e fare domande in alcune universita' americane. e' un'esperienza nuova e le domande sono state molto laboriose da fare. ho dovuto mettere insieme un portfolio di insegnamento su cui ho lavorato sodo per 3 settimane, anche semplicemente per capire come andava fatto. ho letto tutto il possibile sull'orgomento, ho cercato di essere il piu' professionale e creativa possibile, ma soprattutto ho cercato di restare fedele a me stessa. le domande sono partite e a dicembre partiro' io alla volta di san francisco, dove si tiene (tra natale e capondanno, strano periodo dell'anno) una conferenza in cui, tra le altre cose, pare si svolgano i primi colloqui.

magari non succedera' nulla. la concorrenza sono sicura sara' spietata. ma la speranza e' l'ultima a morire. e la mia speranza e' anche che stanotte vinca il buon senso e venga eletto obama.

17 commenti:

Cristian ha detto...

Intanto complimenti per le tue ambizioni, sei molto avanti...
per la Maratona che avevo letto, ma non avevo avuto il tempo di farteli ... scrivi troppo e dobbiamo correre a lavorare... scherzo.
Volevo però farti una domanda visto che sarai sicuramente più informata di me su queste cose, dici che se dovesse essere eletto Obama le cose cambierebbero veramente? E in meglio?
Ciao Monichina sei forte davvero.

Monica ha detto...

spero di si. intanto credo che non sia un guerrafondaio e spero faccia delle scelte piu' intelligenti nelle relazioni con il mondo islamico. e poi altre cose, ma non credo sia questo il posto per discuterne. mi da speranza per un certo cambiamento, quello senz'altro. se sia vero o no, solo il tempo potra' dirlo.

grazie per i complimenti :) :)

Alvin ha detto...

Beh Monica, in bocca al lupo per il tuo "sogno Americano" !!!

Alessandro ha detto...

La prima parte del tuo sogno (Obama) si è avverata; speriamo che anche la seconda parte diventi realtà.
Ciao ex irlandese...next american!!!

franchino ha detto...

Monica: blogtrotters in the U.S.A.!

Fatdaddy ha detto...

In bocca al lupo, Moki, ti voglio vedere alla maratona di Boston!!

Daniele ha detto...

Beh, in effetti non ci sono blogtrotters oltreoceano… abbiamo bisogno giusto giusto di un apripista… :-)

Massimo ha detto...

Gia',ma le politiche globali non le decide un inquilino di passaggio,e' sempre stato cosi'...,chi decide sono sempre i ''poteri'' forti,gli stessi che in questo momento hanno creato ad hock questo collasso economico-finanziario;lo so non e' questo il posto per discutere...
Dobbiamo comunque impegnarci affinche' le cose cambino in meglio:Tu con le tue iniziative sei un esempio !

Monica ha detto...

massimo - non sono cosi politicamente ingenua da credere nei miracoli e nei cambiamenti epocali. da credere che un uomo possa cambiare il mondo, soprattutto un mondo ormai regolato da corporazioni finanziarie.

pero' per me la vittoria di obama e' - al momento - molto simbolica. credo nel progresso, nel multiculturalismo, nell'apertura e nel dialogo, e solo per questo la sua vittoria e' gia' una ventata di speranza. ragazzi di gruppi etnici marginalizzati possono guardare obama e' pensare, se mi ci impegno forse anche io posso fare qualcosa della mia vita. gli americani si sono guardati e hanno guardato al di la' del colore della pelle per una volta, in maniera piuttosto clamorosa, quasi clamorosa come i pestaggi di poliziotti bianchi a ragazzi neri.

se obama riuscira' a mettere in pratica almeno qualcuna delle cose che ha promesso sicuramente l'america prendera' un'altra direzione, per me positiva.

non e' mai stato un 'one-man-show'. si parla sempre di amministrazioni e non solo di presidenti. l'amministrazione bush, per le sue ideologie, ha fatto il gioco delle corporazioni finanziarie, perche' in quelle corporazioni c'avevano piu' di un interesse. magari l'amministrazione obama riuscira' ad essere relativamente piu' indipendente e sapra' dire qualche NO! la strada sara' lunga e difficile. cedera' alle sirene del potere? probabilmente. fino a che punto? questo chi lo sa.

sono felice di non dover piu' sentire la retorica bushiana, quello si. la retorica di obama per la maggior parte delle volte si adatta di piu' alla mia.

eh eh...avevo detto che questo non era il posto per discutere di politica, spero di non scatenare qualcosa di ingestibile.

Nick.12 ha detto...

Veramente tanti auguri per le tue prospettive lavorative....
La tua FORZA sprigionata nella Maratona, ti ha aiutato e ti aiuterà anche per la vita normale di tutti i giorni, e i sogni sono fatti per essere vissuti...
Ciao Nick

Mathias ha detto...

io moni incrocio tutto quello che posso incrociare per sperare che il tuo sogno americano si realizzi! bè poi verremmo a trovarti!!..

R. Davide ha detto...

Non sarà il post per parlarne ma io sono molto felice che sia uscito Lui..è molto carismatico!

Anonimo ha detto...

ho ascoltato il discorso della vittoria di obama...ho trattenuto un nodo in gola dall'inizio, per poi lasciarlo andare con una lacrimuccia liberatoria alla fine. ho pianto perchè stiamo assistendo ad una svolta epocale, ad un grande cambiamento,certo...ma ho anche pianto perchè vorrei tanto poter vedere quello sguardo orgoglioso e fiero che ho visto questa notte sul volto degli americani, vorrei poterlo riscoprire sul viso di ogni italiano.spero che il coraggio del cambiamento, del progresso, della riscoperta dei sentimenti quali la comprensione dell'altro, la compassione,la fratellanza la solidarietà che sta inondando in queste ore l'america, possano un giorno arrivare anche qui da noi...
per ora mi accontento dei politici che ci meritiamo..at least,we have obama.
scusatemi per il lungo post.questa non è solo politica.
ciao a tutti,caterina.

Furio ha detto...

Il buon senso ha prevalso, ora non ci tocca che sperare per tante cose.

Ps Complimenti per Dublino, molto in ritardo...

GIAN CARLO ha detto...

Stamani mi hanno rubato il motorino. Come inizio del nuovo mondo non c'è male.
Ma voglio essere ottimista, me ne sono accorto alle 9.00 del mattino, ma probabilmente è successo verso le 10.00 di sera mentre giocava la Roma e fuori pioveva...quindi è l'ultimo guaio che attribuisco all'amministrazione Berlusc.... volevo dire Bush !
See you a Firenze

Monica ha detto...

grazie a tutti per il supporto. speriamo ch qualcosa succeda.

caterina - io ho ascoltato tutto il discorso almeno 3 volte (oggi non sono riuscita a staccarmi dalle news) e ogni volta mi ha commosso. sara' che siamo abituati a tutt'altra retorica e capacita' espressive (leggi bush e SB) che l'intelligenza e la sensibilita' ora ci colpisce, ma l'ho sentito vero; per me era un messaggio forte. l'america non cambia quello che e' solo perche' ha un presidente che sa parlare senza dover leggere, ma per me e' un giorno speciale. saro' sentimentale e ingenua, ma lo e'. ne riparleremo fra 3 mesi. vedremo se manterra' le promesse fatte. si inserisce in una situazione molto difficile, non so se sapra' tenere botta.

gian - mi dispiace per la moto :( e ora come vieni a firenze??

franchino ha detto...

Monica tu che hai seguito un pò di più... ma almeno è runner?1 A quanto li fa i mille?! ;-)