5 ottobre 2008

ohi ohi ohi

dopo due giorni chiusa in una stanza ad ascoltare gente parlare di filosofia e letteratura, dopo una magra figura frutto di una pessima preparazione, dopo 3 notti con 3-4 ore di sonno, stamattina mi sono svegliata ad un'ora umana per guardare 4 ore di diretta della GNR sulla BBC.

la GNR e' una mezza maratona (Great North Run) che si corre a Newcastle nel nord est dell'inghilterra. sapete quanti erano i partecipanti?? 52,000!!!!!!! una massa umana di gente che corre per 21km, di tutte le forme e taglie, con gli ultimi capi d'abbigliamento sportivo o con ridicoli costumi. il 90% correva per beneficenza e io alla fine mi commuovo sempre ascoltando le storie che vengono raccontate, sigh!!

all'1.30, a diretta finita, esco per il mio lungo. volevo fare 28km, provare questo fantomatico metodo galloway di cui mi hanno parlato giampy e ugo e cercare di stare sotto i 6'30''. setto il mio garmin per fare 5' di corsa e 1' al passo. cinta con bottiglia per l'acqua, gel, soldi e immodium...e parto: direzione Phoenix Park. fino al 14km tutto e' andato benissimo. pensavo che mi sarei annoiata a camminare, invece no. 1' passa presto e per la maggiorparte delle pause ho camminato molto velocemente. al 14km ho fatto una pausa piu' lunga per prendere il gel e ho continuato. ad un certo punto ho visto una bella famigliola sotto un albero. il babbo lanciava una bottiglietta sui rami e ho pensato, staranno cercando di liberare un pallone incastrato sui rami. dopo un po' un altro babbo lanciava un ramo, e dopo un po' un altro babbo lanciava boh....altre cose. ne ho visti un sacco. ho pensato, ma cos'e'? il giorno nazionale del pallone incastrato tra i rami??? e poi mi sono accorta che cercavano di raccogliere le castagne eh eh.

tra il 16km e il 20km ho una crisi, ed e' li che mi sono accorta che forse qualcosa e' cambiata, che forse le cose sono tornate come erano. inveve di pensare..uff...va male quasi quasi me ne torno a cosa..pensavo e' solo una crisi, passera! tu continua a fare quello che hai fatto fino ad ora e arriva alla fine. e cosi' ho fatto. nonostante le gambe diventassero sempre piu' dure ed era difficile non fermarsi nel mezzo dei 5' di corsa...ho continuato imperterrita con il piano 5'/1'. ho finito i 28km...stanchissima e alla media che volevo: 6'27'' :) non mi aspettavo una passeggiata nel bosco, sapevo che sarebbe stata dura...in fondo il mio chilometraggio nell'ultimo mese e' stato pressoche' ridicolo. ma sapevo dentro di me che sarei arrivata alla fine.

ora mi fa male tutto!!!!!! pero' sono soddisfatta! questa settimana 4 uscite per un totale di 52km :))))))))

18 commenti:

giampiero ha detto...

Ottimo!!!! Bene bene dai!!!
Vedrai che riesci a fare Firenze senza problemi!!
Un bacione dai!!!

uscuru ha detto...

concordo con giampy..
ci si sono ancora poco meno di 2 mesi.
forte la storiella .. ma...
davvero non te n'eri accorta delle castagne .. ?
stai proprrio fori.. quanno cori.. (ecce fa' pure rima )
nu molla mony!!!
ciao!!!

R. Davide ha detto...

Ciao, beh alla fine l'hai fatto ed è quello il buono..tieni sotto controllo i dolori e continua cosi..non è che ci metti qualche foto dei castagni? ciao

Cristian ha detto...

Grande Monica, è importante riuscire a non mollare, non ora ma domani la testa ragiona diversamente.

Cristina ha detto...

La cosa impotante è che sei soddisfatta. Una gran determinazione: 28 km sono tanti da fare da sola!!! Brava!

Alvin ha detto...

Brava Monica, io ho preparato la mia prima Maratona con il metodo Galloway, partivo da zero e mi ha giovato molto, se fai fatica con il 5 e 1 abbassa a 4 e 1.Se avessi fatto così oggi, facevi 6:25, con meno o uguale stanchezza.
Nella mia seconda e terza maratona l'ho sempre usato nei momenti di difficoltà, camminavo per circa un minuto ad ogni cartelllo kilometrico, ti assicuro, prima del cartello successivo riuscivo sempre a riprendere chi lasciavo andare al cartello precedente, è un bel metodo...seguilo e a Firenze andrai benissimo.

Stefano ha detto...

Sai come fa Paula Radcliffe a farsi passare i dolori di un duro allenamento ed essere if forma per quello del giorno dopo???
Si fa un bel bagno in una vasca piena di cubetti di ghiaccio! Che aspetti!!

Danirunner ha detto...

Alla fine hai raggiunto il tuo scopo ed è la cosa fondamentale, i dolori passano e almeno sono serviti allo scopo, pensa se ti fossi fermata e rinunciato!!!

Nick.12 ha detto...

BRAVISSIMA.....
Pure io oggi in gara volevo fermarmi (e l'ho pensato più volte), ma la nostra forza è proprio quella di essere duri nel momento della difficoltà e poi la soddisfazione sarà doppia...
Ciao Nick

Monica ha detto...

infatti ragazzi: la cosa piu' bella e' oggi non mi e' passato in mente neanche per un attimo di tagliare corto. di solito si, ma oggi ho pensato passera' e alla fine ci arrivero'!! e' questo che i ha lasciato soddisfatta :) :)

alvin - mi fa pacere sapere che qualcun altro ha provato il metodo galloway. me lo immaginavo piu' "facile"...ma alla fine le gambe fanno male uguale :(

uscuru - davvero...non lo avevo capito!! sono tonta :)

davide - non avevo la macchina fotografica con me.

stefano - non ci penso neanche. preferisco un bel massaggio :)

cristina - io esco sempre sola...ormai mi ci sono abituata.

GIAN CARLO ha detto...

Galloway non tradisce mai chi ha un allenamento non ottimale. E' un metodo infallibile. Non serve per i runner cattivi, ma per quelli normali è il migliore. Tu hai anche il vantaggio che i suoi libri li puoi leggere in originale ke è molto meglio

Mathias ha detto...

caparbia..ma curiosità, quando si corre nel galloway a che velocità si va? si corre a ritmo maratona o più forte?

Monica ha detto...

mathias - io non lo so. per la verita' mi sono limitata a stare tra i 6' e i 6'15'' che dorebbe essere il mio ritmo maratona. forse dovrei andare piu' veloce ma non so se ne ho la forza. alvin, ugo e giampy magari ti sanno dire qualcosa di piu'

Daniele ha detto...

Chiedi a Giampy… Sicuramente ti può dire a che andatura devi andare nel minuto a passo… :-) Dai Giampy… 1, 2, 3 procediamo…

Fatdaddy ha detto...

La ripresa fisica procede di pari passo con la tenuta e la grinta psicologica, son proprio felice...
Vai alla grandissima!

Simone ha detto...

Hai fatto bene Monica,
visti gli ultimi 2 mesi e la vicinanza della maratona, portare a termine questi allenamenti é la cosa piú importante, e quel metodo pare efficace per farlo senza far diventare i lunghissimi un girone dantesco, in quel caso poi si perderebbe troppa motivazione rischiando di non farne piu o farne troppo pochi.

Brava brava, dacci dentro, la forza mentale in questa tuo autunno sta sicuramente allenandosi ... avrai tempo nel 2009 di rimetterci anche la velocitá che avevi costruito in questa primavera.

a presto Hawaiana

Master Runners ha detto...

Io sono convinto che è più faticoso fare 28km a 6,30 piuttosto che 28km a 4,50
Brava Monica, è una bella soddisfazione quando finisci questi allenamenti ;)

margantonio ha detto...

la POLLASTRA si è fatto il GALLOway ed ha messo nel sacco il LUNGO che si era prefissato.
in gamba Mokina e complimenti per la tua determinazione.
ciao