9 marzo 2008

settimana 9

settimana del cacchio al lavoro. ho ricevuto una notizia che mi ha ferita, ma si va avanti, non c'e' niente che io possa fare diversamente e di piu' e quindi alla fine e' unutile versare lacrime....ci si rialza e si ricomincia.

l'allenamento va piuttosto bene e anche se ho fatto solo 3 uscite (e mezzo) invece di 5 ho comunque fatto 62km circa.

oggi lungo di 25km. stanca morta, passo ancora poco costante, tra salite e vento faccio a fatica a tenere sempre lo stesso ritmo, per non parlare della stanchezza. comunque la buona notizia e' che ho fatto 25km in 2h28' ad una media di 5'56''. l'ultimo 25km che avevo fatto durante la preparazione alla maratona di venezia, l'avevo concluso in 2h51' con una media di 6'40'' quindi in fondo qualcosa di buono lo sto facendo. l'unica stronzata che ho fatto e' stata di provare (un esperimento) ad uscire senza acqua. dal km 18 ho sofferto come una bestia. mi sono fermata al km 21 per comprare da bere ma era ormai tardi e per gli ultimi km mi sono letteralmente trascinata. quindi, come mi succede sempre, la seconda meta' e' stata molto piu' lenta della prima, nonostante nella prima ci fossere le odiate salite.

domani parto, sempre che mi facciano partire: hanno previsto un temporale orribile e chissa' che succede con i voli. cmq dovrei andare a Durham a trovare amici. Li ho lavorato un anno ed e' stato un bel periodo. resto li fino a giovedi e ovviamente mi porto le scarpette: c'e' una campagna stupenda li' attorno e ne approfitto per fare due belle uscite.

9 commenti:

Daniele ha detto...

Intanto mi spiace molto per l’episodio al lavoro… ma leggo le parole giuste, ci si rimane male ma si deve proseguire!

Per l’uscita, direi che hai avuto davvero una pessima idea a partire per un lungo senza acqua… mai più mi raccomando eh! :-)

Il ritmo dai, viste le difficoltà del percorso, il vento, la sete e tutto il resto, è buono. Forza, che metti fieno in cascina!

Allora, buon viaggio e buon soggiorno a Durham… ma dove cavolo è? :-)

Monica ha detto...

lo so daniele, ma stavo leggendo sui forum di cui faccio parte (italiani e inglesi) e molta gente fa 38km senza acqua. ho voltuo provare e ho sbagliato. riesco a fare 20km senza bere, ma oltre, per me, e' da suicidio. forse non c'ho il fisico :-)

durham e' a nord-est (molto diverso pero' dal nostro nord-est), poco piu' giu' di newcastle. mettero' presto delle foto e vi faro' vedere che posto meraviglioso e' (anche se viverci...due palle!!)

Daniele ha detto...

Dì a tutti quelli lì dei forum che non capiscono una mazza! Bere è importantissimo!!! Ogni mezzora bisognerebbe bere. So che è un casino portarsi dietro da bere e servirebbe un aiuto.. Però con una bottiglietta almeno è qualcosa e non niente….

Ok attendo le foto della verde Durham… :-)

Monica ha detto...

ah, quando dico nord-est intendo dell'inghilterra, non dell'irlanda...che casino! delle volte non so piu' dove sto eh eh

runners per caso ha detto...

ciao Mincoa
la faccenda del bere e' vera e non e' vera

dipende molto dal fisico che si ha

chi fa skyrunner e ultratrail lo sa bene

importante è ere ma proprio un allenamìtore tanto tempo fa mi disse di imparare a sposare pian piano la misura del bere...
infatti riuscii in maratona a cominciare a bere piccoòle dosi solo dopo 15km
quindi bisogna vedere gli allenamenti che fai.. ovvio che in gara non si puo' improvvisare ma il tutto va provato ... se ti senti disidratata ecc se fa troppo caldo ecc. certe cose vengono meno... se lo fai pian piano in allenamento coem spesso succede che per 10 15 km non si trova uan fpontanella allora....

forza e avanti Monica !

margantonio ha detto...

il mio parere sul bere è il seguente: in questa stagione ci si può anche permettere di bere un po' di meno ma mai stare oltre 10 km senza acqua, in primavera-estate è assolutamente indispensabile bere ogni 5-6 km specialmente in gara. Non ho esperienza di Trail e Skyrunning ma un allenatore dovrebbe tener presente che correre su strada è un'altra cosa. e facendo tutti i gesti scaramantici molte volte a Padova (che sarà il prossimo impegno di Monica) ha fatto molto caldo e ne ho visti tanti superarmi a bordo del carro-scopa perchè si erano ritirati. Quando si avverte la sete, lo ricordo, è ormai troppo tardi, il danno è fatto.
ciao

Mathias ha detto...

Capitolo acqua: Di solito bevo come un cammello e d'estate giro con o zaino idrico!.
Questo inverno anche io ho fatto il tuo stesso esperimento, 26 km senza nulla.Mai più..c'è un decadimento mostruoso e le sensazioni sono terribili negli ultimi km..
Se parto per un giro di quel chilometraggio mi faccio una bella bevuta prima, anche senza aver lo stimolo della sete, poi mi tiro dietro mezzo litro d'acqua per tamponare.
Capitolo decadimento seconda parte: Perchè non provi a suddividere idealmente il tragitto in due? fino a metà ti risparmi andando a 6'05/6'10"..poi provi a far la seconda metà a 5'50/5'55".Serve per abituare il corpo a non cedere,e a finire in crescendo.
Ogni tanto sono riuscito nell'impresa di aver lo split positivo :-)

Monica ha detto...

grazie per i consigli ragazzi, vi terrò aggiornati, come sempre :-))

Nick.12 ha detto...

Ciao ciao,
in allenamento è difficile che mi porti qualcosa da bere ma se trovo delle fontanelle nel tragitto ne aprofitto. In gara faccio le mezze e bevo ai 10 km, in maratona bevo poco ma ad ogni 5 km, in allenamento se proprio non bevo mi porto qualche liquido energetivo, ma inizierò anch'io a portarmi la borraccetta con una piccola cintura, questo per i lunghi.
Ciao Nick