23 marzo 2008

settimana 11 - finita

che dire ragazzi? ero cosi' gasata ieri sera; mi sentivo bene sia di testa che di gambe e ero pronta per il mio lunghissimo di 30km. ero si, un po' in apprensione per il semplice fatto che l'approccio ai lunghi e' per me notevolmente cambiato da quando ho modificato gli allenamenti. una volta partivo di casa con l'unico scopo di finire l'uscita, senza preoccuparmi dei tempi. ora invece li faccio 5'' piu' lento del PM (5'50'') e in progressione. forse questo un po' mi mette ansia e mi porta a pensarci troppo, a metterci troppe energie e aspettative. nella mia mente, se fallisco i lunghi, non c'e' nessun modo di avvicinarmi alle 4h.

cmq, ho fallito: ho fatto solo 26km e da un certo punto in poi ho lasciato da parte tempi e progressioni. ho camminato troppo, per i miei gusti e le gambe non andavano. gia' al 15^ km pensavo che me ne sarei dovuta andare a casa. ho continuato con gran fatica e questi sono i risultati:

I primi 10km @ 5’55; i secondi @ 6’03’’ e i restanti 6km a 6’32’’. È stato il lungo più sofferto e ora non so cosa pensare. E’ il ritmo ad essere troppo veloce? sono le mie gambe ad essere troppo deboli? Una semplice giornata no? o forse dovrei darmi all’ippica. soprattutto, cosa vuol dire per la mia preparazione? tutti gli sforzi infrasettimanali vengono annullati da quasto lungo da dimenticare? ora c'e' tempo solo per un lungo 35km e poi la mezza maratona a connemara, prima di padova e quei 35km mi sembrano una montagna da scalare?

19 commenti:

bibe ha detto...

Ciao Monica, e buona Pasqua!
Per quanto può valere la mia poca esperienza in merito... non devi pensare di buttare gli allenamenti fatti durante la settimana per un lungo che non "esce" come vorresti. Ci sono una serie di altri motivi per cui possono non girare le gambe, molto spesso dovuti anche all'alimentazione (un'uscita di un'oretta a stomaco vuoto la si può fare abbastanza tranquillamente, ma un lungo di tre ore no di certo!).
Il numero consistente di lunghi da programmare durante la preparazione di una maratona serve anche a provare, per esempio, l'alimentazione pre-gara, l'idratazione durante il lungo, ecc. - oltre al semplice fatto di "stare sulle gambe" per un certo numero di km e/o di ore.
Cerca di approfittare del lungo di 35 km per evitare gli eventuali errori che puoi aver fatto oggi, e soprattutto evitali il giorno della gara.

Monica ha detto...

bibe - ieri sera non sono uscita in previsione del lungo. sono andata a letto alle 10!! mi sono svegliata alle 6.30, colazione ad occhi chiusi e tornata a letto fino alle 8.30. alzata, preparata bene, ho bevuto ecc.... a me sembrava tutto perfetto :( evidentemente NO!

bibe ha detto...

Fare il lungo praticamente a ritmo maratona è un ottimo stimolo allenante, e ovviamente ti dà la massima tranquillità che - se porti a termine la maggior parte delle uscite senza grossi problemi - finirai la maratona nel tempo previsto, o anche prima. Di contro, hai che se le cose non girano proprio tutte nel verso giusto, potresti fare davvero parecchia fatica, soprattutto nei lunghi più... lunghi. Fossi in te, cercherei di non demoralizzarmi e vedrei nell'uscita da 35 un ottimo modo di confermare che quella di oggi è stata semplicemente una giornata storta.
In bocca al lupo per questa settimana, dimentica in fretta il lungo di oggi e cerca di fare bene le uscite che hai in programma.

Giampytec ha detto...

Mokina..ma kome? mi sballi così il lungo? Forse hai corso forte quei 14 km in settimana, forse eri stanca , forse questo e forse quello. Ogni volta è come la prima volta, ci si alza , si esce e può succedere di tutto, basta saperlo e sapere che c'è sempre un'altra possibilità. Se vuoi fare la maratona in 4h sappi che dovrai correrla a 5'45 circa, quindi ben al di sotto del tuo ritmo di oggi. Forse dovresti porti l'obbiettivo di correre al ritmo delle 4h30 di Venezia e quindi fare i lunghi al ritmo gara e cioè a 6'30 e vedere se riesci ad allungare nei km finali e arrivare intorno ai 6'10 6'15. Se ti riesce facile questo nel lungo finale che vuoi fare, allora nella maratona di Padova potresti azzardare a partire a 6'20 e poi vedere dopo i 30 km. Hai migliorato un 'ora dalla prima maratona a quella di Venice, altri 30' sono tanti, accontentati di fare un piccolo miglioramento e poi è difficile che da ottobre tu sia riuscita a migliorare la soglia di così tanto da permetterti di fare questo tempo.
Non devi abbatterti, devi solo calibrare meglio il tuo ritmo.
Un bacio e a presto.

Simone ha detto...

come ti dicevo anche di persona un lungo/lunghissimo praticamente a ritmo maratona e' un allenamento impegnativo. Io al max al ritmo vicino alla maratona ne facevo uno ogni 3 settimane. Tu ne stai facendo uno ogni weekend, il tuo faticare in questi allenamenti, unito al fatto che quest'anno stai facendo un miglioramento molto marcato, mi fa dire che i tuoi problemi sui lunghi/lunghissimi siano assolutamente normali!!!

In pratica stai facendo una race da 30km tutti i weekend!

Mathias ha detto...

Moni visto che abbiamo gli stessi tempi(e primati) mi sento di dirti che l'obbiettivo delle 4 ore(che equivale a 5'40"/km per la precisione!!) non è alla portata per questa maratona del 27 aprile. Prova a rallentare i ritmi dei lunghi, non di molto dieci secondi, portali a ridosso dei 6'/km, così dovresti aver più equilibrio e finire regolare. Potrebbe essere anche un obbiettivo da maratona. Chiudere entro le 4h13" i 6'/km..cioè ti sto svelando le mie intenzioni viennesi :-)

Monica ha detto...

giampi - in realta' la prima maratona era andata davvero male per problemi intestinali. se tutto fosse andato bene prob. avrei finito attorno alle 4h40'. sento che posso far meglio di cosi'. lo scopo delle 4 ore e' stato tale solo per gli allenamenti. so che per questa maratona di padova mi avvicinero' alle 4h15' se tutto andra' bene. poi per la prossima mi preoccupo di sfondare il muro delle 4h. detto questo, il ragazzo che mi allena dice che in realta' le 4h sono alla mia portata.

simo - hai ragione. devo solo imparare a non abbattermi

mathias - e' quello che cerchero' di fare domenica per i 35km. cerchero' un passo attorno ai 6' e non tentero' progressioni a meno che non senta di poterlo fare.

Monica ha detto...

volevo anche dire che nelle ultime settimane ho fatto un 20km a 5'56'' un 25km a 5'57'' un 25km a 5'52'' e ieri un 26km a 6'07. questo conferma 2 cose:
1) quello che diceva simone
2) che in realta' non e' che non riesco a tenere il passo attorno a 5'55''. che differenza c'e' tra un 25km e un 26km? probabilmente ero stanca e non c'ero di testa.
cmq domenica mantengo la mia 'tattica' dei 6' e quel che sara' sara'. per me i miglioramenti ci sono, dato che l'anno scorso di questi tempi il lungo piu' lungo e' stato un 28km a 7'49''

inutile cercare di prevedere cosa succedera' a pd. quello che voglio ora e' completare il lunghissimo domenica: da 32 a 35km. vedo sul momento.

Giampytec ha detto...

Mi sembra che hai le idee chiare, quindi ieri era solo una giornata storta e basta, ne capitano sempre e non bisogna demoralizzarsi. Attestati quindi a 6' al km, prova a fare i 35 a quel ritmo, ma parti a 6 e arriva a 6, non partire più forte, comunque sarebbero 4h10, magari li facessi io..
Buona Pasquetta!!

Marco Bucci ha detto...

Ciao Monica,
se mi permetti un consiglio : il lunghissimo-lento in vista della
maratona va' corso a ritmo, come dice
appunto l'etimologia della parola,
a ritmo piu' lento di come dovrai
correre la tua maratona.
E' palloso, lo so', specie se corri
da sola; io quando lo facevo, se
stavo da solo mi munivo di un
lettore mp3 e via...
Pensa mi son fatto da solo pure
i lunghissimo x il Passatore,
gara di 100 km....

Daje nun molla'...

Un salutone

P.S. Se vuoi capire e sapere
qualcosa circa cio' che si dibatte
nel Forum di Adrenaline, te lo posso
spiegare, ma dovresti darmi l'autorizzazione ad inviarti una
mail, se hai un indirizzo....
E' una storia lunga, lunga... e poco carina....

Ariciaoooooo

Monica ha detto...

marco - grazie per il consiglio.
mi piacerebbe capirci qualcosa. ti ho mandato un messaggio privato su adrenaline, con il mio indirizzo email.

Marco Bucci ha detto...

Oooops...
mica e' arrivato nulla sai... !!

Monica ha detto...

avevo sbagliato e lo avevo mandato ad un altro marco :-) ti ho mandato una email. fammi sapere se ti e' arrivata

Marco Bucci ha detto...

ok e' arrivata...
Ti rispondo piu' tardi....
E' 'na cosa lunga come ti dicevo...
la faro' a pancia piena ;-)

Ciaoooooooooooo

Cristina ha detto...

Monica non buttarti giù: stai correndo molto e, anche se a te sembra di aver recuperato, magari non è così e la fatica che hai fatto oggi (anche se non hai fatto tutti i km che volevi) ti servirà comunque in maratona. Dormici su e vedrai che la prossima volta ti sentirai meglio!!

Marco Bucci ha detto...

Auff...Fatto !!

Ciaooooo

margantonio ha detto...

in questa infinita serie di risposte al tuo post un po' di risposte le hai già avute ma ci metto anche il mio 50 cents:
affrontare il lunghissimo in solitario può essere molto palloso e a rischio di stufarsi, io in genere programmo o faccio in modo di capitare in qualche gruppetto almeno per la prima parte, non importa se il ritmo è più lento di quello che sarebbe il mio ideale.
una seconda nota è quella che ti hanno già indicato altri: il lunghissimo va affrontato ad andatura ben più lenta di quella della gara, per farti un'idea io vado circa 30'' meno veloce rispetto a quello che potenzialmente correrò in gara.
...e la prossima volta non riporre tante aspettative nell'allenamento affrontalo rilassata...
antonio

Giampytec ha detto...

Margantonio..ma tu corri in 2h38"!!
Complimenti innanzitutto, credo però che per te sia normale correre il lunghissimo ad un andatura più lenta di 20 sec del ritmo gara, sicuramente ci farai il medio vicino al ritmo gara.
Ma nel caso di Monica, per la sua andatura, il ritmo gara è pressochè simile al lunghissimo, mentre il medio può essere più vicino al ritmo della mezza.
POi hai ragione a dire che da soli è terribile fare il lungo, è strano pure che lei non trovi compagni di corsa, forse li interroga in storia italiana e tutti scappano!!!

In bocca al lupo per Treviso, ammazzali tutti!!

giovanni l'appenninico ha detto...

Monica, lascia in pace il cronometro e i tempi....corri solamente senza pensare troppo alla maratona che verrà e forse riuscirai a fare un bel tempo.......
ho l'impressione che questi allenamenti che fai ti provocano stress e ti stanchi più del dovuto......dai tempo al tempo e vedrai che coglierai i frutti quanto meno tela aspetti......
ciao........