13 luglio 2009

alti e bassi

anzi, siccome non sono una che va per le mezze misure direi altissimi e bassissimi.

l'altissimo e' arrivato sabato. mi sentivo un po' stanca ma non volevo saltare l'uscita. erano solo 6km ma non farli significava non arrivare ai 40km settimanali (che era il target) e cosi' mi sono armata di tanta forza di volonta' e sono uscita. alla fine ho fatto i 6km piu' belli dell'ultimo anno, con un buon passo e senza pause.


ma la cosa piu' bella e' stato sentirmi forte, tanto per cambiare. avrei potuto spingere un po' di piu' o continuare. invece mi sono tenuta in previsione del lungo di ieri che un po' mi preoccupava.

e a ragione.

e li' arriva infatti l'ormai abituale basso, azi questa volta bassissimo! in previsione c'erano 16km lenti. (per quello nessun problema no?!). non ero sicura di averli sulle gambe dato che era un mese che non correvo sopra i 9km. pero' sto seguendo il programma e lo voglio seguire bene. l'idea era di correrli un po' sotto i 6'30'', con calma e cercando di non fare troppe pause. e il solito oste non c'era :)

le cose iniziano ad andare storte da subito. dato l'aria piuttosto fresca penso di uscire prima del solito cosi' da avere la serata per leggere un po'. ma dopo 200m a passo per raggiungere
il serraglio (una stradina serrata che corre lungo un canale) e per far prendere il segnale al garmin mi rendo conto che il mio fido compagno di corsa ha la batteria scarica. non avevo fretta e sono rientrata in casa. ho aspettato che fosse carico dopo di che mi sono messa di nuovo in strada.


ho iniziato ad arrancare gia' nei primi 2km!!! allora ho diviso mentalmente il percorso in quattro parti da quattro km ciascuno pensando che psicologicamente sarebbe stato piu' facile e che se proprio succedeva che dovevo fermarmi l'avrei potuto fare al raggiungimento dei quattro. i primi 7km passano nonostante l'inizio in affanno, piuttosto tranquilli, alla media prestabilita ma poi arriva il crollo….totale…ormai potrei dire di essermi abituata!! il resto dei km se ne vanno tra corsetta blanda e camminata. con la pancia che mi dava noie, il fiato che non c’era e le gambe pesanti. con il reggiseno nuovo, comprato da dechatlon (mai piu') che mi tagliava (ho ora una striscia rossa molto antiestetica e un po' dolorante). morale della favola ho finito i 16km con una media di 6'52''. alla fine ho anche cercato di sbrigarmi perche' stava diventando buio. ci mancava solo quello :)




non so se capita anche a voi, ma spesso durante la corsa mi viene in mente cosa scrivero’ nel post. ieri nella mia mente, da un post carico sono passata ad un post lamentoso e all'idea finale di NON postare. ma il mio blog e' nato come un diario in cui annotare le mie piccole vittorie e sconfitte e quindi anche questo post andava fatto. e siccome ho detto che cerchero' di prendere le cose positive che un'uscita offre, oltre il fatto di aver comunque finito registro due cose: aver bruciato piu' di 1000 calorie e aver guardato le varie sfumature che il cielo ha preso durante il tramonto. davvero uno spettacolo. avessi avuto la macchina fotografica! un'altra cosa positiva e' stato provare un percorso nuovo che mi era stato consigliato da luigi: aveva ragione, meno monotono a causa delle continue curve e piu' ombreggiato, il che non guasta mai!!!


arrivata a casa non avevo fame. anzi ho avuto la nausea per un paio d'ore. ho mangiato solo un frullato di mele. d'altrone m'ero ingozzata di moscerini durante la "corsa" lungo il serraglio!!!!! la mia dose di proteine era assicurata :)


non c'e niente da fare: la preparazione per questa mezza sara' tutta in salita, ma s'ha da fare se voglio tornare a correre sotto i 6. l'1h58'' (mio pb) e' lontano. penso che la correro' senza avere un tempo in mente. in fondo e' come se stessi ricominciando tutto da capo. un anno fatto male come il mio con 3 mesi di fermo incluso mi sa che non passano unnoticed ;)

6 commenti:

Mathias ha detto...

no infatti non scrivere degli insuccessi che gusto da al blog..quando lo rileggi, a distanza di tempo, puoi gioire. Che poi che insuccesso è? Non facevi 16 km da una vita, è normale come reazione.Zitta zitta hai fatto digerire alle tue gambe una distanza non più frequentata da tempo. Il pb lascialo lì nei pensieri, lo brutalizzerai senz'altro, ora devi riacquistare quella bella e godibile corsa sciolta sotto i 6, che ti appartiene

er Moro ha detto...

you said:
At the very least, make sure that you are working hard; you should not be able to carry on a conversation with someone next to you when you run a tempo.
almeno assicuratevi di lavorare duro; non dovreste essere in grado di sostenere una conversazione.


and I add:
altough if you may seem stupid you must run such as reading a manual's run, humilty, it takes a lot of humility!

Go Monica go, you listen also Mathias

Anonimo ha detto...

Calma e continuità, Monica....Ieri ho corso il tuo stesso percorso allungandolo un pò, di mattina però. Beh sarà stato il sole o meglio il non aver riposato abbastanza....ma ho faticato un casino a portare a termine 24km.
Vai tranquilla i prossimi km saranno in scioltezza.
Luigi

Master Runners ha detto...

Forza Monica, comunque li hai finiti tutti i 16km e quello conta piu di tutto il resto.

the yogi ha detto...

non sò, sembri demotivata.... strano perché le gambe sembrano esserci, almeno sul corto.... magari hai un'idiosincrasia per le lunghe distanze, può essere?

Monica ha detto...

er moro - grazie! (magari metti anche la traduzione per chi l'inglese non lo sa, thank you :) )

luigi - la parte in erba mi ha massacrato :(

master - hai ragione. ma almeno vorrei farli senza pausa.

yogi - i lunghi non mi hanno fatto mai paura fino a qualche mese fa. infatti ho iniziato con il galloway. ora forse non credo fino in fondo di potercela fare. e' sempre e solo una cosa di testa :)