19 febbraio 2009

un'altra (datata) cotta musicale

Consigliato da XL

Joe Barbieri, tra Cuba e meraviglia

di Flavio Brighenti

Su XL di febbraio "Maison Maravilha" ottiene il massimo dei voti (con lode). Scoprite il perché leggendo la recensione e soprattutto ascoltando per intero un album impreziosito dalla partecipazione di Omara Portuondo. E guardando il video sulla sua realizzazione

AUDIO/VIDEO: CLICCA QUI:
Joe Barbieri - Maison Maravilha
(Microcosmo Dischi-Ird)

Magari non lo avete sentito mai e vi chiedete se vale il massimo dei voti. La risposta è: sì, Joe Barbieri si merita tutte le stelle. Alcune le ha già appuntate legittimamente al petto: Omara Portundo, divina di Cuba (con Joe nella foto, (c) Sergio Grispello), che con lui duetta nella malinconia struggente del fado (Malegría), Paolo Conte di cui riprende Wanda in una felpata versione ska acustica, i capiscuola italiani del suono visionario (Rota, Morricone, Trovajoli, di cui eredita la tenera ispirazione), i maestri cubani (Moraes, Veloso, João Gilberto: Gira e rigira è poesia melodica), Henri Salvador (La Muraille de Chine)... Joe scrive, suona e canta in stupefacente stato di grazia, esaltato dai nobili arrangiamenti orchestrali. Uno schianto.

**************************

confermo. lo ascolto da quasi un mese ed e' bellissimo. le atmosfere che riesce a creare sono da brivido. vi consiglio vivamente il video che c'e' nel link!

5 commenti:

Frate_tack ha detto...

Cosa si può dire di più.. ogni commento è superfluo.
RESPECT!

Anonimo ha detto...

barbieri è un grande. la recensione è sbagliata: moraes, veloso e gilberto sono brasiliani e non cubani (il prof non si smentisce). luciano er califfo.

Monica ha detto...

si, me ne ero accorta!

Daniele ha detto...

lo sapeva anche un bambino.

Anonimo ha detto...

evidentemente però i giornalisti di repubblica non lo sanno... er califfo.