7 aprile 2008

vi racconto la mia connemara

non vi posso raccontare tutto tutto perche' mi ci vuole un altro blog. vi raccontero' le cose piu' importanti (tante) ma per avere pieta' di voi organizzo il racconto a episodi cosi' potete leggere solo quello che vi interessa

il giorno prima
lasciamo stare il viaggio in treno perche' l'abbiamo passato io a leggere, simone ad ascoltare la musica. queste incredibili attivita' ricreative venivano di tanto in tanto interrotte da commenti sulla gara su cosa metterci visto le previsioni ma sorattutto sulla tipa che dormiva accanto a lui e che c'aveva due tette pazzesche :-) e' bello parlare un'altra lingua perche' non ti capiscono! una volta a galway siamo andati a prendere i pettorali e abbiamo passato il tempo a mangiare.

in albergo ho cenato con due signore amiche del forum di RW uk e poi a letto presto. l'albergo era una gran figata. unico problema la distanza dal centro, circa 40' a piedi, il che ha voluto dire farmi un casino di km il giorno prima della mezza. quello che mi ha messo di buon umore era il fatto di non sentire nessun fastidio al piede ma per paura ho continuato a mettere la crema d'arnica e a fare degli esercizi che mi ha consigliato il giampi.

il risveglio e il viaggio
sveglia presto colazione in camera vestizione dettagliata e poi via a prendere gli autobus. praticamente funziona cosi'. le tre gare hanno partenze in orari diversi da posti diversi e poi si uniscono: la ultra raggiunge la maratona e poi tuti raggiungono noi: i mezzi maratoneti della domenica!! gli autobus partono da galway e ci portano al quartier generale in un posto dal nome impronunciabile dove si puo' fare colazione usare i bagni e scaldarsi dato la temperatura quasi polare! simone mi dice che lui parte prima delle 8. il mio bus invece parte un po' dopo. ma quando arrivo al posto dal nome impronunciabile vedo il campione fare stretching come i veri campioni. facciamo due chiacchiere poi lui parte. io resto li. sono sola non conosco nessuno. i 3 ragazzi che dovevano fare la mezza con me si sono ritirati. cosi' prendiamo il bus che ci porta alla partenza e che percorre la strada che poi percorrermo noi ma al contrario. sembra non arrivare mai!! il tempo era bellissimo anche se in lontananza si vedevano delle nuovole bassissime, proprio dove correvano quelli dell'ultra. mi preoccupo un po' per quello che sta per arrivarci addosso ma intanto mi godo il sole il paesaggio e faccio un sacco di foto.

preparazione
arriviamo e faccio la prima coda lunga ai bagni ancora imbacuccata che si muore di freddo. dopo un po' che sono in coda sento un boato: applausi urla e fischi d'incitamento. STANNO PASSANDO I WALKERS, quelli che affronteranno l'avventura al passo godendosi il panorama e prendendosi tutto cio' che la natura e' pronta a lanciarci. prima di entrare in bagno infatti arriva la prima grandinata che dura 5 minuti. vado al bagno poi mi preparo. indecisissima se indossare la giacca antivento o no alla fine decido di no temendo di aver fatto una cagata. metto tutto nella sacca per consegnarla ma fa freddo e manca ancora mezz'ora all'inizio. una ragazza accanto a me deve aver avuto pieta' e mi offre un sacco della spazzatura....santa donna!!! lascio la sacca, faccio l'ultima pipi scaramantica e vado all'avvio. e' mezzogiorno e so che simone e' passato dalla mezza da poco. ne sono felice perche' ora i maratoneti che incontrano noi saranno un po' incasinati perche' noi siamo tanti occupiamo tanto spazio e faranno fatica a passare.

gara
si parte! mi metto in corsa ma c'e' troppa gente davanti a me. dopo 200m inizia l'ingorgo che tutti ci aspettavamo. l'anno scorso si passava da un ponte che quest'anno si e' dimezzato per via di un crollo. ci stanno si e no 5 persone in lunghezza, immaginatevi cosa succede quando cercano di passare in piu' di duemila. quindi siamo bloccati, si cammina. m'incazzo un po' con l'organizzazione, ma in realta' so benissimo che non avrebbero potuto fare diversamente! finalmente il ponte finisce e si inizia con la prima salitona.
i primi 2 km passano lenti: 7'28'' e 6'11''. cmq finalmente dal secondo km in poi si viaggia bene. bisogna superare un po' di gente che gia' cammina ma almeno si viaggia a ritmi accettabili. con simone avevamo pensato che avrei dovuto tenere un ritmo di 5'40'' e invece viaggio sui 5'13'' 5'16''. mi dico di rallentare, di conservarmi le energie per le salite ma soprattutto per il famoso e temuto HELL OF THE WEST, piu' di 2km di inesorabile salita che l'anno scorso mi ha distrutto. ma il passo lo sento buono per me, il fiato e' apposto mentre passo gli altri ansanti e ansimanti, le gambe girano il piede non fa male e il vento e' a favore. c'e' il sole, ma ad un certo punto ci becchiamo un'altra breve grandinata ma col vento che soffia lateralmente i chicchi colpiscono la guancia e il collo e fanno male. dopo la grandinata torna il sole e il caldo. ho questo cappello a mo' di cuffia che tolgo e metto a secondo della temperatura che cambia spessissimo, sembro una pazza :-) intanto penso a dove possa essere simone! continuo a viaggiare sotto i 5'30''. alle salite seguo i consigli di vari amici: testa bassa evitare di guardare la fine della salita. funziona mi dico! continua cosi. sono un po' preoccupata dal ritmo che sto tenendo ma ormai continuo, mi dico o la va o la spacca.

arriva la hell of the west! questa volta non mi faccio distruggere. testa bassa fino alla fine: faccio un 6'05' e un 5'54'' poi parte la discesa che faccio a 4'55''. non mi sento affaticata, le gambe continuano a girare e il fiato va bene, mi sembra quasi incredibile! guardo il garmin mancano 2km e vedo che posso finire sotto le due ore. ultimi 2km a 5'01'' e 5'03''. taglio il traguardo che l'orologione dice 2h e sento le urla di simone che non vedo ma riesco a sollevare la mano per accennare un saluto. il mio garmin dice 1h58'30''!!! sono super felice. prendo medaglia maglietta e mars e cerco simo. la mia gioia e' praticamente completa quando mi dice che HA VINTO!!! mi sono sentita parte di qualcosa di incredilmente emozionante e lo volevo dire a tutti: SIMONE HA VINTO!!! incredibile.

ora so il tempo ufficiale. dice 2h00'06''. un po' mi dispiace. sto cercando di dirmi che cmq il progresso e' fuori dubbio, ma il sub-2h avrei proprio voluto fosse ufficiale :-(( solo per fare un paragone:

2007 garmin 2h17' tempo ufficiale 2h21'
2008 garmin 1h58' tempo ufficiale 2h

ora sono malaticcia perche' ho preso troppo vento!

ok...ve l'ho tirata per le lunghe...pardon!!

11 commenti:

Master Runners ha detto...

L'avrai tirata anche per le lunghe ma me lo sono letto in un minuto!
Complimenti Monica!

Cristian ha detto...

Brava Monica non c'è che dire...
e un bel racconto, però la prossima mezza valla a fare a Dubai!!

Nick.12 ha detto...

Complimentoni, per la gara e per l'avventura. Ma li grandina così spesso??????? Qui invece nevica spesso, la sera dopo la mia mezza a nevicato anche basso, adesso è un freddooooooooooooo
Bello anche il racconto me lo sono letto con gusto. E adesso via per Padova......
Ciao Nick

Monica ha detto...

grazie ragazzi!!

cristian - dubai e' molto lontano. mi sa che se e' come l'anno scorso padova sara vicina alle temperature di dubai! speriamo di nooooooo!!

nick - non grandina spesso ma in questi giorni siamo tornati in inverno. che palle!!

Mathias ha detto...

Impeccabile racconto!..e che freschezza che hai dimostrato.
Veniamo alla "Pagella di Mathias"(come quello che fa Ziliani a Controcampo :-): 8 L'atleta aveva nelle gambe il lunghissimo di 35 km, che ci impiega almeno due settimane a riassorbirsi, ciononostante ha tirato fuori una prestazione maiuscola. I due km finali così veloci testimoniano che ha margini di miglioramento notevoli.Sicuramente in futuro è una potenziale under 1h50'.Caparbia

Guido ha detto...

Bello il racconto, mi son trovato sul ponte a smadonnare, nei saliscendi e sotto la grandine, proprio come se ci fossi anche io

giampiero ha detto...

Tutte emozioni che ti porteranno al via di Vedelago, tienile dentro il tuo cuore, ti serviranno per correre 42 km nella gioia di fare quello che più ti piace. E nella consapevolezza che aver affrontato così bene Connemara è lo sprone a vedere la maratona come una passeggiata un pò più lunga.
4H10..ti aspetto..

Daniele ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Daniele ha detto...

Con i complimenti basta, te ne ho fatti troppi… sennò ti monti la testa… :-P

Però mi piaceva esserci in questo elenco di commentatori post Connemara… ridente cittadina irlandese a quanto pare con un clima splendido… :-)

Ah.. dimenticavo.. mi hai fatto tornare a dare un’occhiata alla foto di Simone sul treno… non trovandola... :-)

Monica ha detto...

la foto sul treno l'ho tolta. solo per questione di privacy. la tipa dormiva, non sapeva di essere fotografata. mi sembrava una questione di correttezza

bibe ha detto...

Complimenti ancora per la gara e per il racconto, sono andato sul sito della connemarathon e ho visto che le iscrizioni per l'edizione 2009 sono già aperte... per ora ho resistito a non iscrivermi, ma mi piacerebbe proprio partecipare!!!