30 dicembre 2007

primo giorno/first day

english text in the comment link

dopo aver dormito quasi 14 ore, mi sono svegliata affamata. prima tappa: un tipico diner americano per fare colazione. ho scelto eggs benedikt e dei pancakes seguendo il consiglio del bruuuno. il posto sembrava venir fuori da un film con al tavolo un piccolo juke-box a quanto pare funzionante. le uova erano buonissime e mi hanno tenuto compagnia per almeno 6 ore.

la nostra giornata e' proseguita con una visita nella vicina citta' di Ahmerst a me cara perche' italo calvino ci fece un intervento nel 1976. inoltre li' c'e' la casa di emily dickinson che siamo andati a visitare. un tour dettagliato di 90 minuti delle due case in cui lei e la sua famiglia avevano vissuto. un squarcio di luce sulla vita molto particolare di una donna pioniera. mi e' piaciuto molto la nostra guida, david garnes, un uomo sulla cinquantina, chiaramente appassionato: secco, senza troppi fronzoli ma capace di catturare la mia attenione per quelle che poi sono diventate 2 ore di tour. in amherst abbiamo anche visitato una bellissima libreria, 'food for thoughts'.

bruno mi ha poi portato nel cuore della cultura americana: il centro commerciale, tra cui troneggia wal*mart.

1 commento:

Monica ha detto...

after having slept 14 hours i woke up starving, so we headed to a typical american diner with a cute juke-box one each table (apparently they work). i followed bruno's advice and ordered eggs benedikt and pancakes which stayed with me for at least 6 hours.

we then went to amherst, a city near by northampton, where i saw one of the cutiest book shop called 'food for thoughts' and emily dickinson's house. we took a nice and vey detailed tour which was supposed to last 90 minutes but lasted almost 2 hours. the guide was david garnes, 50ish, very well-read who clearly loved talking about the poet.

bruno then took me to the heart of american culture: the shopping centre where wal*mart is the king